Anguillara, 14 Agosto 1898

Grazie alle ricerche storiche svolte dall’associazione Arca Sul Lago è venuto alla luce che il Primo Campionato di Nuoto Italiano si è svolto ad Anguillara il 14 Agosto 1898 sotto l’alto patronato del Re.

Primo campionato italiano di nuoto

Era er milleottocento doppo Cristo,
er quattodici agosto novantotto
n’cardo boiaccia‘n sole galeotto –
e se vide ‘no spettacolo mai visto.

De Campionato de Nòto all’aperto
er primo venne fatto qui a Anguillara:

da traversa’ un ber mijo d’acqua chiara
pe’ ‘na Medaja d’Oro de RE UMBERTO !

A riccontallo mo pare ‘na calla,
ma come se notava era lo stesso:

stile, a dorso, a rana, a farfalla

e s’aggiteveno come ‘n ossesso
affannannose pe’ rimane’ a galla
proprio come… I POLITICI DE ADESSO !

* Dedicato agli amici dell’associazione Arca Sul Lago

───────────────────────────────
 ──────

PRIMO CAMPIONATO ITALIANO DI NUOTO DELLA STORIA ITALIANA
AD ANGUILLARA SABAZIA

Siamo in Italia nell’ultimo decennio dell’800, la Federazione non si è ancora formata e il nuoto non è ancora una disciplina sportiva, ma la passione coinvolge lo stesso gruppi di appassionati che non si curano delle temperature spesso troppo gelide e affrontano comunque le acque aperte su ogni distanza e in ogni stagione.
Nascono così i “Rari Nantes” ossia i “Pochi nuotatori” o per i più poetici i “Nuotatori scelti” (l’espressione è tratta dal primo libro dell’Eneide di Virgilio «Apparent rari nantes in gurgite vasto»)

Nel 1889 a Roma si costituisce la prima società esclusivamente natatoria “Romano nuoto” fondata da Romano Guerra, cui fa seguito nel 1891 la “Rari Nantes Roma” per iniziativa di Achille Santoni, con sede sul Tevere.
Nel 10 luglio 1898 per iniziativa della società “Rari Nantes “ di Roma, si è regolarmente costituita la “Società Italiana di Nuoto Rari Nantes Sabatia 1898”, il presidente onorario per acclamazione è il Sig. Reginaldo Belloni, sindaco di Anguillara Sabazia.
Vi vogliamo raccontare dopo questa piccola premessa, di quel lontanissimo 14 agosto 1898. Gli iscritti sono 33, provenienti da tutta Italia, tra cui molti nuotatori promettenti. Ci troviamo sul nostro lago, scelto per le sue acque limpidissime ed abbondanti.
Provate ad immaginare i nostri nuotatori, i nuotatori anguillarini : alcuni con costume intero di maglia nero con in mezzo al petto la “RN” e sotto scritto “Sabatia”, altri con mutandina bianca succinta, tagliata ad angolo sull’inguine con una fascia celeste e sul davanti sempre la sigla “RN” ricamata in bianco all’altezza del fianco sinistro…forse questa immagine vi farà ridere, ma dopo aver letto il testo riportato di seguito rivaluterete il risultato dei nostri “paesani” :

«Il Campionato italiano di nuoto a Roma. Indetto dalla società RN Roma fu scelto il lago di Bracciano, bellissimo per la sua posizione a circa 170 m sul livello del mare, a meno di 30 km dalla capitale, con acque limpidissime e abbondanti. Il percorso della gara fu stabilito nel nodo marittimo, un miglio italiano, 33 iscritti, ordine di partenza estratto a sorte».
Così la cronaca in terza pagina: «Bozzo prende la testa e la mantiene vigorosamente, quando d’un tratto lo si vede abbandonare. Colpito da malore, si ritira. Alisoff su cui si fondavano grandi speranze, è anch’egli costretto a ritirarsi e suo malgrado, pure per un malore improvviso. Entrambi, tratti a galla, si rimettono ma non riprendono. Intanto Saltarini di Milano, si pone in capo e arriva tra vivi applausi al traguardo, con enorme vantaggio sul secondo, Crucianelli Gaetano di Anguillara. Saltarini arriva in 47’17’’, Crucianelli in
47’57’’, terzo Pericoli di Roma in 53’. Escluso dalla gara il miglior nuotatore di Roma, il Basilici della Romana Nuoto, per avere vinto tre anni fa lire 50 in una gara per giovinetti. Hanno compiuto il percorso in 17, gli altri ritirati»

“Il Messaggero”  del 25 maggio 2013Il Messaggero del 25-05-2013

Annunci