ECO(in)sostenibili

Umbero Eco

Il semiolo, filosofo e scrittore Umberto Eco

Se sa che ‘n bòn proverbio nun se sbaja.
Diceva la bonànima de nonno:
« Un cerchio quasi mai te viene tonno
   e cià ‘n rovescio puro la medaja ! »

R semiologo che ‘r monno a noi ce ‘nvidia
ha detto senza fronzoli e cavilli
che oggi ‘na gran massa de ‘mbecilli
sentenziano su tutti i “social media”.

Sapenno poco e male questo e quello,
straparleno de Einstain e der piggreco,
der PIL, delle riforme e Pirandello,

dell’estinzione der cercopiteco….
Ner vòto che je occupa ‘r cervello,
più parleno… più j’arisponne l’ECO !

 

« I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli ».  
«La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità »

Umberto Eco


( clicca qui per leggere l’articolo de La Stampa )

 

Annunci