Er paese de TUTTIONESTIADESSO

Ner paese de TUTTIONESTIADESSO
la Reggina ordinò: « Ce vo’ decoro:
chiudemo ‘n po’ sti punti de ristoro
che ciànno fòri regola ‘r permesso ! »

‘Na vòrta chiusi, disse: « È ‘n indecenza:
qui tocca da fa chiude tutti quanti,
negozi, farmacie, bar, ristoranti
co’ quarche impiccio sopra la licenza ! »

E chiuse pure poi la bibblioteca,
indove pare, da notizzie certe,
nun era condonata la bacheca.

Regnò ‘r silenzio ‘n tutte le contrade.
Se chiuse tutto, ma restòrno aperte
le grosse buche ar centro delle strade.

Annunci