Bianca Anguillara

Te sveji la matina e dar chiarore
che tra le stecche della tapparella
ner bujo viene a fatte capoccella
rimanghi a bocca aperta co’ stupore.

Quann’apri la finestra e c’è ‘n incanto:
leggera come petali de rosa,
la neve scenne e va a copri’ ‘gni cosa
vestennola co’ ‘n luminoso manto.

Er monno nun è più quello de ieri,
ce n’è ‘n antro fatato tutto bianco
e poi esaudilli tutti, i desideri.

Se scioje l’ansia e pace te pervade,
cammini tra la neve e nun sei stanco…
e ‘n vedi più le buche pe’ le strade !

 

Annunci