Li traditori de Anguillara

Le ultime parole di Cesare alle Idi di Marzo: “Bruto, …che Cassio fai ?”

Quarcuno ha costruito ‘n buffo fregno,
‘na specie de collare detto gogna,
se ‘nfila a chi nun cià più la vergogna,
fa ‘r traditore e deve paga’ pegno.

Ma pe’ capi’, chi merita st’onore ?
Chiunque te promette fermamente
de fa’ ‘na cosa e doppo nun fa gnente,
se chiude a riccio, blatera e… ciao còre ?

Sai quanti ce n’avemo ner paese…
Ce sta ‘n elenco lungo ‘n bèr casino,
che tocca apri’ ‘n industria, de st’arnese.

La serietà qui è morta, se conviene,
e mo faremo er lutto cittadino.
Ma no fioroni, opere de bène.

 

Annunci