Tavolata italiana senza muri

Nun ciabbisogni manco dell’invito
a ‘sta magnata sotto ar Cupolone,
te metti a ceccia e vai, bòn appetito !,
nun ce sta ‘n muro, ‘n c’è ‘na divisione.

Tu venghi a via della Conciliazzione
e sta a senti’ er menù che vie’ servito:
c’è l’antipasto co’ l’integrazzione,
c’è l’accojenza fatta a scottadito,

li primi” qui nun so’ poi l’italiani,
ma tutti quanti quelli che so’ a sede.
Aggiungi un posto a tavola e rimani !

Chi magna qui è ‘n anello un po’ speciale
che unisce in comunione chi ce crede.
Uniti, è ‘na catena alimentare.

P.S.
…e si sei fortunato, ar tavolino
magara vie’ a servitte Rugantino !