Le di(s)missioni della Vicesindaco

“Non gioco più, me ne vado,,,”

La Vicesinnaco è stufa e ha detto basta.
Ha sbattuto la porta e se n’è annata,
cià scritto anche ‘na lettera accorata
dicennoce chi cià le mano ‘n pasta.

Er tanto ventilato cambiamento
è stato solamente ‘na finzione
pe’ cojonanacce la popolazzione
votante pe’ ‘r presunto Movimento.

‘Na vòrta eletto, ‘n ha mai dato ascórto,
s’è chiuso ner Palazzo, cieco e muto,
e ha fatto da vede’ a ‘r suo vero vórto.

Così, davanti alla cittadinanza,
er delitto perfetto s’è compiuto:
è stata assassinata la Speranza.

clicca qui per leggere la lettera di dimissioni da vicesindaco della signora Sara Galea