La cacciata dell’Anguillarini

Sic transit gloria mundi

Tre anni prima er millecinquecento,
pe’ corpa de contrasti co’ gli Orsini,
passòrno dei bei guai l’Anguillarini,
paganno a caro prezzo er malcontento.

Li fece caccia’ via Paolo Giordano
e impose la confisca de li beni,
le case, le botteghe e li terreni,
lassannoli davero in mezzo ar guano.

Du’ mesi in trattative estenuanti,
du’ mesi in ginocchioni e a capo chino,
e poi tornòrno a casa l’abbitanti.

Sarà ‘na cattiveria, anche ‘n eccesso,
però a pensacce quarche Anguillarino
sarebbe da cacciallo pure adesso.

clicca e leggi su La Repubblica la notizia della caduta della giunta comunale di Anguillara