Cerco chi m’attacca la carta da parati

Io cerco quarcheduno qui a Anguillara
che attacchi a me la carta da parati
bevènno un tè, magara ‘n par de strati,
perché ve devo di’, la storia è chiara:

ce sta ‘n complotto, c’è ‘na dittatura
che si tu vòi li muri pitturati
t’assargheno compatti ‘sti Crociati,
te tireno la frutta e la verdura.

Indó sta più er libbero pensiero ?
‘Ndo so’ Giordano Bruno, Galileo,
Dolcino, Trotsky, Socrate, Keplero ?

Io so’ ‘n gran copoccione come loro
e dico che è ‘n grannissino babbeo

chi scambia la chincajeria pe’ oro !