Prezzi pazzi pe’ li pezzi de pizza

So’ annato a pijamme ‘n po’ de pizza ar tajo
dar mejo pizzettaro der paese,
però nun m’aspettavo ste sorprese,
le novità so’ diventate un guaio.

« Ciao caro, che te faccio ? Dimme tutto. »,
me fa. Je fo: « Vorebbi dei pezzetti:
coi funghi, co’ sarciccia e broccoletti,
poi co’ la salamella e cór preciutto. »

Me ‘ncarta tutto e fa: « Venti euri tónni ! »
Je dico: « Me cojoni o me confonni ?
Li prezzi hai triplicato, ma vòi mette ? »

Me fa: « Ciò triplicate le bollette… »
Je dico: « Aggiungi la reggina tua:
co’ la mortazza. ». Si, mortazza sua !